Quando si ama non scende mai la notte

“Dicembre 2006

È la sera di Natale nel cuore di Manhattan…

La neve cade incessante dalla mattina”🖋


Mark e Nicole vivono a Brooklyn con la loro figlia Layla.
Un giorno, in un centro commerciale, la loro figlia sparisce, la tragedia che li investe lì spezza completamente.
Mark lascia la sua casa, sua moglie e inizia a vagabondare lasciandosi consumare dal dolore.
Passati cinque anni Nicole rintraccia Mark per dargli una notizia incredibile, Layla è stata ritrovata dove era scomparsa tanti anni prima.
A questo punto su imbarca su un volo per New York durante il quale incontra altre due persone con le quali la storia si intreccia.

“Il traffico è stranamente scorrevole per un giorno di festa, ma lo strato di neve farinosa e i grossi mucchi ai lati della strada rendono difficile ogni spostamento”

Poter parlare di questo libro senza fare spolier è molto complicato perché c’è qualcosa che non mi ha convinto fino in fondo, probabilmente si tratta della mia necessità di storie molto aderenti alla realtà, ho bisogno di compenetrarmi nei gesti dei personaggi, nel loro vissuto e in questo caso non è avvenuto del tutto…non andrò oltre, in ogni caso l’espediente narrativo utilizzato, ci immerge in un racconto nel quale si sprigionano tanti sentimenti, prima di tutto il senso di liberazione che il perdono ci regala, e poi l’amore, quello salvifico, quello che ci fa riemergere anche dal buio più profondo, proprio come il titolo promette.

Se vuoi sostenerci puoi acquistare il libro da questo link affiliato* (bottone in basso)

Per favore, seguici e metti mi piace:

Condividi questa recensione

Lascia un commento

Valuta questa recensione

Ti piace questo blog? Dacci una mano, fallo conoscere ai tuoi amici!

Send this to a friend