Liberazione

“Il miglio travestimento è l’idea che gli altri si fanno di noi. E Nancy lo sapeva bene”?


ambientato durante la seconda guerra mondiale. Nancy è la moglie di un ricco imprenditore francese che aiuta i partigiani nella resistenza contro l’invasione tedesca, riesce a salvare la vita di moltissime persone, il suo soprannome è “topo bianco”.

Doveva accettare almeno una parte di quella brutalità. Doveva sacrificare un pezzettino di anima. Va bene lo avrebbe fatto

Ambientato in uno dei periodi più bui dell’umanità, un romanzo dal ritmo dinamico, incalzante e ricco di scene mozzafiato, che racconta la storia di una donna che ha sacrificato tutta se stessa e tutto ciò che amava per combattere il male.

Una vera eroina, una figura che prende corpo via via, da donna di classe a soldato, impavida, battagliera, ma con l’animo ancora candido verso chi le tende la mano.

Una storia che già così bastava per essere straordinaria, fino poi a scoprire che il “topo bianco” è esistito davvero, è stato allora che ai miei occhi il racconto è diventato strabiliante.

E’ sempre bello leggere di donne forti, quelle che fanno la differenza anche in contesti storici che sembrano riguardare solo gli uomini.

Profondamente emozionante, una lettura consigliatissima!

Se vuoi sostenerci puoi acquistare il libro da questo link affiliato* (bottone in basso)

Per favore, seguici e metti mi piace:

Condividi questa recensione

Lascia un commento

Valuta questa recensione

Ti piace questo blog? Dacci una mano, fallo conoscere ai tuoi amici!

Send this to a friend